Marvel

La casa editrice Marvel Comics nasce nel 1939 cominciando la sua storia editoriale come Timely Publications con la rivista Motion Pictures Funnies Weekly di cui ne uscì un solo numero, la testata cambiò nome in Marvel Comics in seguito all’acquisizione da parte della Western Fiction Publishing negli anni successivi pubblicò già le prime serie di supereroi che resero famosa la Marvel, come Namor, La Torcia Umana e Capitan America, tutto questo fa parte della Golden Age.

Durante questi anni la direzione dell’azienda passò a Stan Lee che aveva cambiato il nome dell’azienda in Atlas Comics per poi cambiarlo nuovamente in Marvel Comics a partire dal 1961, anno dove tra l’altro debutta l’Universo Marvel con il primo numero dei Fantastici Quattro. Questa prima serie riprendeva il personaggio della Torcia Umana della Golden Age e lo includeva in un quartetto, Namor invece è stato ripreso come antagonista mentre Capitan America verrà reintrodotto più avanti, altri avvenimenti degni di nota sono l’introduzione di molti eroi celebri come Hulk, Spiderman, X-Man e il debutto degli Avengers.

Dagli anni settanta comincia la Bronze Age per la Marvel, orientandosi verso nuovi generi, in particolare nasce Shang-chi orientato sulle arti marziali e Ghost Rider orientato più sul genere horror, viene realizzata anche una trasposizione a fumetti di Conan il Barbaro con un successo tale da renderlo popolare e far si che ne uscì pure il famoso film con Arnold Schwarzenegger per cavalcarne l’onda. Ai piani alti avvengono anche alcuni cambiamenti, Jack Kirby, collaboratore stretto di Stan Lee, lascia la “Casa delle idee” per lavorare con la concorrente DC Comics mentre Stan Lee decide di lasciare il ruolo di capo redattore, lasciando però una grossa difficoltà nel trovare un suo degno successore, all’inizio fu Roy Thomas a ereditarne il ruolo per poi lasciarlo 2 anni dopo per poi far passare di continuo il testimone fino al 1978 con Jim Shooter che lo mantenne stabile fino al 1987, tutto questo fu dovuto a una crisi editoriale che colpì anche altre case editrici, tra cui la già citata DC.

Nel 1996 la Marvel rischiò il fallimento, successivamente cominciò a collaborare con Disney e introduce l’Universo Ultimate con versioni rinnovate degli eroi già conosciute e realizza anche alcune trasposizioni a fumetti di alcune proprietà acquisite dalla casa di Topolino, come Star Wars. Nel 2009 la Disney riesce ad acquisire la casa editrice per 4 miliardi di dollari.

Nel 2008 la divisione Marvel Studios da inizio al Marvel Cinematic Universe, un universo condiviso composto da film e serie tv tratte dai fumetti della casa editrice, l’apice del suo successo è stato raggiunto con Avengers Endgame, che dal 2019 al 2021 ha mantenuto il primato di film con il maggior numero di incassi nella storia del cinema.